Scopriamo l’importanza della categoria Euro auto e perché è fondamentale conoscerla, in fase di acquisto e di noleggio di un veicolo

COSA SI INTENDE PER CLASSE AMBIENTALE AUTO
PERCHÉ È IMPORTANTE LA VERIFICA CLASSE AMBIENTALE AUTO
TABELLA EURO EMISSIONI AUTO: QUALI SONO
COME VERIFICARE LA CLASSE AMBIENTALE AUTO

COSA SI INTENDE PER CLASSE AMBIENTALE AUTO

La classe ambientale auto (o categoria Euro) attesta, secondo normativa regolata dalla Comunità Europea, quanto un’auto sia più o meno ecologica e autorizzata a circolare all’interno dei centri urbani.

PERCHÉ È IMPORTANTE LA VERIFICA CLASSE AMBIENTALE AUTO

La legge non accetta ignoranza, anche quando si tratta di circolare a bordo della propria auto o di un’auto noleggiata. Esistono infatti particolari limitazioni per chi guida un’auto inquinante, come ad esempio l’impossibilità di circolare all’interno delle ZTL (zone a traffico limitato) urbane, ma anche gli stop forzati imposti a determinate categorie di veicoli che potrebbero aggravare l’alto inquinamento atmosferico in determinate città, come Milano o Torino.

Per questo motivo è fondamentale verificare la classificazione euro della propria auto o, in alternativa, per chi si appresta ad acquistare o noleggiare la prossima auto, scegliere modelli ibridi o elettrici che assicurano consumi ridotti e minor impatto sull’ambiente.

TABELLA EURO EMISSIONI AUTO: QUALI SONO

La classificazione, in ordine crescente, vede sul gradino più basso i veicoli più inquinanti (dalla classe Euro 0 a quella Euro 1) per arrivare a quelli più ecologici (Euro 6 e rispettive sottocategorie B, C, D). Vediamole nello specifico:

AUTO EURO 0 (PRE-EURO) In questa categoria rientrano veicoli immatricolati prima del 31 dicembre 1992, considerati oggi estremamente inquinanti perché dotati di alimentazione a benzina a piombo e sprovvisti di sistemi di filtraggio dei gas di scarico.

Nonostante non siano più prodotte dal 1992 e sia entrato in vigore – a partire dal 1° gennaio 2019 – il divieto di circolazione in determinate aree urbane, le auto Euro 0 che viaggiano sulle strade italiane sono ancora tante, troppe (circa 4,5 milioni), pesando sulle tasche degli italiani e sulla salute del pianeta.
AUTO EURO 1 Le auto immatricolate a partire dal 1° gennaio 1993 rientrano nella categoria Euro 1, poiché la direttiva europea 91/441 costrinse le aziende automobilistiche a montare sui veicoli a benzina marmitte catalitiche e dotare i modelli diesel di alimentazione a iniezione.

Sigle associate: 91/441/CEE – 91/542/CEE punto 6.2.1.A – 93/59CEE
AUTO EURO 2 Le immatricolazioni avvenute dopo il 1° gennaio 1997 riguardano invece la classe ambientale auto Euro 2. Il ’97 non apportò nuove tecnologie automobilistiche per ridurre gli impatti sull’ambiente, ma costrinse le aziende a migliorare ulteriormente le prestazioni.

Sigle associate: 91/542/CEE punto 6.2.1.B – 94/12/CEE – 96/1/CE – 96/44/CEE – 98/77/CE – 96/69CE · 92/97/CEE – 94/12 CEE – 93/116 CE – 92/97/CEE – 94/12 CEE – 96/20 CE – 96/44 CE – 96/20 CE – 96/1 CE – 96/20 CE – 94/12 CEE – 92/97/CE – 96/69 CE – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 96/36 – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37 – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37 – 96/38 – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/36 – 96/37 – 96/38 – · 92/97/CE – 96/69 CE – 93/116 CE – 96/20 CE – 91/542 CEE Punto 6.2.1.B – 96/20 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE – 96/20 CE – 95/54 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE – 96/20 CE – 96/69 CE – 93/116 CE – 96/20 CE – 96/69 CE – 95/54 CE – 93/116 CE – 92/97/CEE – 94/12 CE – 95/54 CE – 93/116 CE – CE 96/20 – 93/116 – 96/69 – 95/56 – 1999/102/CE rif. 96/69/CE – 98/77 CE – CE 96/20 – 95/54 – 93/116 – 94/12 – 96/36 – 96/38 – 96/20 CE – 95/54 CE – 96/69 CE – 95/56 CE
AUTO EURO 3 In questa categoria rientrano le auto immatricolate dopo il 1° gennaio 2001 e conformi alla direttiva 98/69. L’obbligo di installare il sistema EOBD (European On Board Diagnostic) consentiva alle case automobilistiche di mettere su strada veicoli dalle emissioni sempre controllate ed ottimali.

Sigle associate: 98/69/CE – 98/77/CE rif. 98/69/CE A – 1999/96/CE A – 1999/102/CE rif. 98/69/CE – 2001/1/CE rif. 98/69/CE – 2001/27/CE A – 2001/100/CE A – 2002/80/CE A – 2003/76/CE A
AUTO EURO 4 Come per le auto Euro 2, anche per i veicoli Euro 4 – immatricolati dal 1° gennaio 2006 – non si assiste a un grosso cambiamento tecnologico, quanto una richiesta sempre più pressante di contrastare l’inquinamento atmosferico all’interno delle città.

Sigle associate: 98/69/CE B – 98/77/CE rif. 98/69/CE B –1999/96/CE B – 1999/102/CE rif. 98/69/CE B – 2001/1/CE rif. 98/69 CE B – 2001/27/CE B – 2001/100/CE B – 2002/80/CE B – 2003/76/CE B – 2005/55/CE B1 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B1
AUTO EURO 5 Alla classificazione Euro 5 appartengono tutte le auto immatricolate a partire da gennaio 2011 o omologate a partire dall’1 settembre 2009.

Sigle associate: 2005/55/CE B2 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 oppure Riga C – 1999/96/CE fase III oppure Riga B2 o C – 2001/27/CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C – 2005/78/CE Rif 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C – 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga B2 – 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga C (ecol. migliorato) – 715/2007692/2008 ( Euro 5A ) – 715/2007692/2008 ( Euro 5B ) – 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 – 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (ecol. migliorato) – 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (con disp. Antipart)
AUTO EURO 6 Rientrano nella classe ambientale Euro 6 le auto considerate più ecologiche, immatricolate dopo il 1° gennaio 2015. A questa categoria appartengono, inoltre, veicoli ibridi ed elettrici, macchine a benzina evolute e diesel con trattamento dei gas e speciali sistemi che riducono le emissioni di CO2.

Sigle associate: 715/2007566/2011 (Euro 6A con Disp. Antipart.) – 715/2007566/2011 (Euro 6A) –715/2007566/2011 (Euro 6B con Disp. Antipart.) – 715/2007566/2011 (Euro 6B) –715/2007692/2008 (Euro 6A con Disp. Antipart.) – 715/2007692/2008 (Euro 6A) –715/2007692/2008 (Euro 6B con Disp. Antipart.) – 715/2007692/2008 (Euro 6B) – 136/2014 (Euro 6A) – 136/2014 (Euro 6B) – 136/2014 (Euro 6C) – 143/2013 (Euro 6A) – 143/2013 (Euro 6B) – 143/2013 (Euro 6C) – 195/2013 (Euro 6A) – 195/2013 (Euro 6B) – 195/2013 (Euro 6C) – 630/2012 (Euro 6A) – 630/2012 (Euro 6B) – 630/2012 (Euro 6C) – 595/2009133/2014A (Euro 6) – 595/2009133/2014B (Euro 6) – 595/2009*133/2014C (Euro 6) – 459/2012 (Euro 6A) – 459/2012 (Euro 6B) – 459/2012 (Euro 6C) – 2015/45 (Euro 6B) – 2016/646 W (Euro 6B)

COME VERIFICARE LA CLASSE AMBIENTALE AUTO

Esistono modi diversi e semplicissimi per verificare a quale categoria Euro appartiene la propria auto. Collegandosi al sito www.ilportaledellautomobilista.it, basta raggiungere la sezione Verifica classe ambientale e inserire nei campi preposti la tipologia di veicolo e il numero di targa. In un batter d’occhio otterrete l’informazione che cercate.

verifica-classe-ambientale-sito.jpgPer chi, al contrario, teme ancora il confronto con la tecnologia e con internet, basta munirsi di libretto di circolazione e controllare alla riga V.9 l’indicazione della direttiva della Comunità Europea.

Schermata 2020-02-12 alle 17.26.01.pngI possessori di libretto di vecchio tipo troveranno la tabella euro auto di riferimento in basso, nel riquadro 2.

E in caso di noleggio auto a lungo termine? Basta affidarsi a professionisti del settore, pronti ad aiutarvi nella scelta dell’auto a misura delle vostre esigenze, così da non incappare in sanzioni amministrative non previste.

Newsletter