Guida sicura per tutti con i nuovi sistemi ADAS che consentiranno di ridurre gli incidenti stradali e migliorare la sicurezza per guidatore e passeggeri

Sistemi ADAS: significato
A cosa servono?
Alcuni esempi di sistemi ADAS
Sistemi ADAS obbligatori: la normativa

I sistemi ADAS auto hanno come obiettivo primario quello di ridurre il numero di incidenti stradali e di aumentare le condizioni di sicurezza alla guida di un veicolo. Lo scorso 16 dicembre 2019, per la prima volta, la Gazzetta Ufficiale ha introdotto come standard comunitario i sistemi ADAS auto obbligatori dal 2022, per automobili, furgoni e veicoli commerciali.

I 30 mesi previsti, quelli che intercorrono dalla data di pubblicazione della normativa alla sua effettiva entrata in vigore, consentiranno alle case automobilistiche di adeguarsi alle nuove direttive.

Sistemi ADAS: significato

Ma gli ADAS auto cosa sono? Il termine è acronimo di Advanced Driver Assistance Systems e sta ad indicare un insieme di sistemi elettronici di assistenza alla guida, sviluppati nel corso degli anni per incrementare i livelli di sicurezza degli automobilisti, riducendo il rischio di incidenti stradali.

A cosa servono?

I sistemi ADAS auto servono a migliorare, in generale, la sicurezza attiva e passiva del guidatore. Si tratta di dispositivi avanzati e innovativi che da un lato amplificano il comfort e il piacere di guida, dall’altro tutelano non solo il conducente, ma anche terze persone quali altri guidatori, pedoni e ciclisti.

Le auto con ADAS, nello specifico, sono dotate di una serie di sensori integrati, gestiti da un sistema centralizzato e inserito nel computer di bordo, che supportano il conducente in situazioni quali adeguamento della velocità, frenata, mantenimento della corsia, ecc.

Alcuni esempi di sistemi ADAS

Ecco alcuni esempi dei principali sistemi ADAS disponibili e presto obbligatori e di serie su tutti i veicoli di nuova immatricolazione.

 

Sistema Cruise Control: ACC

Il cruise control adattivo (ACC) è uno dei sistemi ADAS auto attualmente più diffuso sui veicoli in circolazione. L’ACC, ovvero il controllo di velocità, consente di impostare la velocità di crociera desiderata e la relativa distanza di sicurezza, da impostare in base alle necessità e ai limiti imposti dal tipo di strada che si sta percorrendo. Grazie a questo sistema, l’auto è in grado di frenare o accelerare in modo intelligente, adattandosi alle condizioni del traffico, consentendo al guidatore di godersi il viaggio.

cruise-control.jpg

Mantenimento di carreggiata

Un altro dei sistemi di sicurezza auto che è possibile trovare a bordo dei veicoli di nuova generazione è il mantenimento di carreggiata. Questo sistema ADAS auto, realizzato con un insieme di sensori e telecamere sistemati in posizione strategica sul veicolo, avvisa il guidatore quando oltrepassa la linea di demarcazione della carreggiata, riportando il veicolo sulla giusta corsia in modo automatico. Il più diffuso e avanzato in questa categoria è il Lane Keeping System.

Avviso di collisione

L’avviso di collisione frontale e posteriore è uno dei sistemi ADAS più utili per ridurre il rischio di incidenti stradali e di tamponamenti. Esso consiste in una videocamera o un radar che permette di riconoscere situazioni di pericolo, avvisando passeggeri e guidatore con un segnale acustico per aiutarli a prepararsi al possibile impatto. Stesso principio di funzionamento ha anche il sistema di rilevamento pedoni.

Sistema di frenata automatica di emergenza (AEB)

Sempre al fine di aumentare la sicurezza alla guida, le nuove vetture possono essere dotate di sistema AEB, ossia un sistema per la frenata automatica di emergenza. Il veicolo dotato di tali sistemi ADAS auto è capace di rilevare la distanza rispetto ad altre auto, pedoni o ciclisti, inducendo la frenata e attivandosi come sistema anticollisione.

Rilevatore della stanchezza del conducente

Tra i più sofisticati sistemi di sicurezza auto ADAS spicca il rilevatore di stanchezza del conducente. Grazie a un sistema di telecamere interne e sensori utili a monitorare il livello di attenzione del guidatore, in caso di mancata risposta agli stimoli, il sistema emette una serie di avvisi acustici.

stanchezza-conducente.jpg

Sistemi ADAS obbligatori: la normativa

La normativa comunitaria (il Regolamento n.661/2009 CE per la sicurezza generale e la normativa europea n.78/2009 CE per l’incolumità dei pedoni e dei ciclisti) impone sistemi ADAS obbligatori a partire dal 2022, per i veicoli di nuova immatricolazione. Per le vetture già in commercio, invece, l’obbligo di adeguamento scatterà a partire dal maggio 2024, per lasciare il tempo a auto, camion e veicoli commerciali di adeguarsi ai nuovi standard.

Newsletter