Scopriamo a cosa serve la classificazione dei veicoli e quale tipo di patente occorre per ciascuna categoria

Veicoli categoria M
Veicoli categoria M1
Veicoli categoria M2
Veicoli categoria M3
Veicoli categoria N
Veicoli categoria N1
Veicoli categoria N2
Veicoli categoria N3

Quando parliamo di classificazione dei veicoli, la più diffusa è quella UNECE (United Nations Economic Commission for Europe), valida a livello internazionale tra gli stati membri per suddividerli in base all’uso, alla potenza o alla velocità massima consentita.

A cosa serve la classificazione dei veicoli? Principalmente a raggruppare e distinguere quelli accomunati da aspetti tecnico-meccanici e assoggettati a una stessa normativa, specialmente con riferimento a limiti e obblighi, omologazione e patenti necessarie per la loro conduzione. Lo stesso termine “veicolo” viene spesso utilizzato in modo generico per indicare un mezzo dotato di almeno 4 ruote, indipendentemente che sia adibito al trasporto di merci o persone, dal peso o dalla lunghezza. Pochi conoscono, ad esempio, la differenza tra veicoli categoria M e N

Ecco le principali tipologie di veicoli commerciali e cosa c’è da sapere.

Veicoli categoria M

In base alla classificazione internazionale, sono considerati veicoli di categoria M tutti quei mezzi a motore adibiti al trasporto di persone e con almeno 4 ruote. Sono esempi di veicoli di categoria M autobus, camper, furgoncini e automobili. Essi sono ulteriormente suddivisi e numerati, in base al tonnellaggio e al numero di passeggeri che sono destinati a trasportare.

veicoli categoria m.jpg

Veicoli categoria M1

In base alla definizione del Codice della Strada, rientrano nella categoria veicoli M1 i veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente. Questi possono essere guidati dai possessori di patente B.

Veicoli categoria M2

I veicoli categoria M2 sono destinati al trasporto di persone, hanno più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 t. Possono essere guidati da possessori di patente B se usati per scopo privato, al pari di un’automobile. Necessitano di possesso di patente D se sono adibiti al trasporto pubblico di passeggeri, con aggiunta di abilitazione CQC con iscrizione al ruolo presso la Camera di Commercio.

Veicoli categoria M3

I veicoli di categoria M3 sono progettati per il trasporto di persone, hanno più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima superiore a 5 t. Sono esempi di veicoli M3 autobus, autotreni o filobus e possono essere guidati da possessori di patente D muniti di abilitazione CQC.

Veicoli categoria N

Sempre in base alla suddetta classificazione, i veicoli categoria N sono quei mezzi aventi 4 ruote progettati per il trasporto di merci e prodotti di diverso tipo, quali furgoni o autocarri. Questi rientrano, quindi, nella classe dei veicoli commerciali e sono facilmente disponibili anche per il noleggio lungo termine partita IVA.

veicoli categoria n.jpg

Veicoli categoria N1

Rientrano nei veicoli categoria N1 quelli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t. Esempi di questa categoria sono autocarri e furgoni per la cui guida basta la semplice patente B.

Veicoli categoria N2

I veicoli categoria N2 nascono per il trasporto di merci e hanno massa massima superiore 3,5 t ma non superiore a 12 t. Rientrano nella categoria le macchine operatrici eccezionali o i mezzi con rimorchio leggero, con massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 12 t e possono essere condotti solo con patente C, C1 ed E.

Veicoli categoria N3

L’ultima distinzione riguarda i veicoli categoria N3, ossia quelli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 12 t. Ne sono esempi autotreni o autoarticolati. Si tratta di mezzi sempre specializzati nel trasporto di merci e sono condotti da possessori di patente C+E.

 

Newsletter